CONSUMARE PREFERIBILMENTE
IN BUONA COMPAGNIA

Per accedere devi essere maggiorenne.
Inserisci la tua data di nascita.

Torna al ricettario

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z
Birra Moretti
E

E come Erbazzone

E come Erbazzone

Porzioni: 4 – Preparazione: 50 min. – Cottura: 30 min.

Ingredienti

  • Farina 00 400 g
  • Strutto 1 noce (in alternativa 30 g di olio extra vergine d’oliva)
  • Acqua tiepida 200 g
  • Sale fino 2 pizzichi

Ripieno

  • Bietole 1,5 kg
  • Cipollotti con gambo 80 gr
  • Aglio 1 spicchio
  • Pancetta o lardo 150 g
  • Parmigiano Reggiano grattugiato 200 g
  • Sale fino 2 pizzichi
  • Olio Extra Vergine di Oliva 20 g
  • Pepe nero qb

Preparazione

  1. Per preparare l’impasto setacciate la farina in un recipiente, versate olio, sale e l’acqua tiepida.
  2. Impastate con le mani fino ad ottenere un impasto omogeneo. Formate una palla, avvolgetela nella pellicola trasparente e fatela riposare in frigorifero per almeno un’ora.
  3. Mentre l’impasto riposa, lavate bene le bietole in acqua fredda, poi asciugatele e rimuovete i gambi.
  4. Pulite i cipollotti e tagliateli a rondelle da mezzo centimetro. Infine tagliate la pancetta a cubetti.
  5. In una pentola antiaderente con dell’olio fate dorare uno spicchio d’aglio sbucciato, poi versate i cipollotti e la pancetta e fate rosolare per 10 minuti.
  6. Aggiungete le bietole, sale e pepe a piacere e fate cuocere con coperchio per altri 10 minuti.
  7. Terminata la cottura rimuovete lo spicchio d’aglio ed eliminate l’acqua in eccesso spremendo con una forchetta. Lasciate raffreddare il ripieno per ameno 30 minuti eliminando ulteriore acqua rilasciata dalle verdure.
  8. Rimuovete l’impasto dal frigorifero e dividetelo in due parti di misura leggermente diversa. Prendetene la parte più grande e stendetela con un mattarello fino ad ottenere un diametro leggermente più grande della teglia da 32 cm.
  9. Oliate una teglia e disponete la sfoglia in modo che copra completamente i bordi.
  10. Quando il ripieno sarà freddo, aggiungete 200 g di formaggio grattugiato e mescolate tutti gli ingredienti. Versate il tutto nella teglia e livellate la superficie con una spatola.
  11. Ora stendete con il mattarello l’impasto avanzato, fino ad ottenere uno strato sottile di sfoglia per coprire completamente l’erbazzone.
  12. Rifinite i bordi pizzicandoli con le dita accertandovi di chiudere bene l’impasto.
  13. Con un coltello appuntito incidete sulla superficie della sfoglia qualche taglio parallelo.
  14. Preriscaldate il forno a 200°, spennellate la superficie dell’erbazzone con olio di oliva e infornate per 30 minuti.
  15. Servite l’erbazzone tiepido o freddo, tagliato a spicchi.

Curiosità

L’erbazzone reggiano viene anche chiamato scarpazzone ed è una torta salata dalle umili origini che pare risalga addirittura ai tempi dell’ Impero Romano. I Romani infatti usavano preparare un impasto di erbe commestibili, formaggio, olio d’oliva e sale che spalmavano sul pane; gli stessi ingredienti di base dell’erbazzone.
In tempi più recenti l’erbazzone si preparava con gli avanzi di cucina e si usava la parte bianca della bietola. Oggi si possono trovare diverse varianti della ricetta come ad esempio quella senza involucro superiore o quella con l’aggiunta del riso.