CONSUMARE PREFERIBILMENTE
IN BUONA COMPAGNIA

Per accedere devi essere maggiorenne.
Inserisci la tua data di nascita.

Torna al ricettario

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z
Birra Moretti
N

N come Nasello alla Marchigiana

N come Nasello alla Marchigiana

Porzioni: 4 – Preparazione: 60 min. – Cottura: 10 min.

Ingredienti

  • Filetti di nasello 500 g
  • Cipollotto 1
  • Aglio 1 spicchio
  • Burro 60 g
  • Pane grattugiato qb
  • Aceto bianco di vino 1 cucchiaio
  • Acciuga sottolio 5 filetti
  • Farina di fecola 1/2 cucchiaio
  • Limone 1
  • Olio extra vergine d’oliva 2 cucchiai
  • Sale qb
  • Pepe nero qb

Preparazione

  1. Lavate sotto acqua corrente i filetti di nasello, poi asciugateli con carta assorbente.
  2. Tritate aglio e cipolla finemente. Disponete i filetti in un contenitore, cospargeteli con il trito di aglio e cipolla, aggiungete due cucchiai di olio, sale e pepe e lasciate marinare per almeno un’ora.
  3. Disponete in un piatto uno strato uniforme di pane grattugiato. Scolate i filetti dalla marinatura e passateli nel pane coprendoli interamente. Ripassate i filetti impanati nell’olio di marinatura e poi nuovamente nel pan grattato.
  4. Ora mettete una padella sul fuoco con il burro e i filetti di acciuga, cuocete a fuoco lento fino a disgregare e sciogliere completamente i filetti.
  5. Sciogliete la fecola nell’aceto sbattendo con una frusta e aggiungetela alla padella con le acciughe. Spegnete il fuoco e mischiate bene la salsa con un mestolo di legno.
  6. Mettete una padella antiaderente sul fuoco cospargendola abbondantemente di olio.
  7. Quando l’olio è caldo, friggete i filetti fino ad una completa doratura da entrambi i lati.
  8. Servite il nasello croccante guarnito con la salsa di acciughe e fettine di limone.

Curiosità

Il nasello è un pesce d’acqua salata che appartiene alla famiglia delle Merlucciidae. Si tratta di un pesce che si trova nel Mar Mediterraneo, nel sud del Mar Nero e nell’Oceano Atlantico, soprattutto fra i fondi sabbiosi.
Il nasello non è mai di allevamento e viene pescato soprattutto da febbraio a maggio: si tratta di un pesce magro e molto digeribile. Il segreto di questa versione marchigiana è la marinatura, semplice ma efficace per un risultato senza eguali.