CONSUMARE PREFERIBILMENTE
IN BUONA COMPAGNIA

Per accedere devi essere maggiorenne.
Inserisci la tua data di nascita.

Torna al ricettario

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z

Scopri le ricette della tradizione italiana dalla A alla Z
Birra Moretti
Z

Z come Zampone con leticchie

Z come Zampone con leticchie

Porzioni: 4 – Preparazione: 15 min. – Cottura: 150 min.

Ingredienti

  • Zampone 200 g
  • Carote 2
  • Cipolla 2
  • Sedano 2 gambi
  • Alloro 2 foglie
  • Rosmarino 1 rametto
  • Lenticchie secche 200 g
  • Brodo vegetale 400 l
  • Vermouth Dry 1/2 bicchiere
  • Olio extra vergine d’oliva 40 ml
  • Sale qb

Preparazione

  1. Mettete le lenticchie secche in una ciotola capiente e copritele con abbondante acqua.
  2. Lasciatele in ammollo per 2 ore cambiando l’acqua saltuariamente. Poi scolatele e mettetele da parte.
  3. Ponete lo zampone in un tegame alto. Aggiungete un gambo di sedano, una cipolla, una carota e due foglie di alloro. Poi versate il Vermouth Dry e infine coprite con acqua. Lasciate cuocere a fuoco lento per circa due ore.
  4. Nel frattempo preparate un soffritto di cipolla sedano e carote tagliati a cubetti piccoli.
  5. Oliate un tegame e soffriggete mescolando le verdure con un cucchiaio di legno.
  6. Aggiungete le lenticchie scolate con l’alloro e il rosmarino. Coprite il tutto con il brodo vegetale e cuocete a fuoco lento per circa 35 minuti, aggiungendo brodo se necessario.
  7. Le lenticchie dovranno essere servite asciutte, ma non spappolate, disposte sul fondo di un piatto da portata.
  8. Una volta cotto lo zampone, disponetelo su un tagliere e tagliate fette generose di due centimetri.Disponete le fette al centro delle lenticchie e guarnite con foglie di alloro.

Curiosità

Piatto tipico della cucina modenese. La sua produzione, una miscela di carni suine e cotenna aromatizzate con spezie, risale agli inizi del 500. Simbolo del territorio, servito e gustato con accompagnamento a base di lenticchie o altri legumi. Lo Zampone è un piatto tipicamente invernale, gustato e apprezzato su tutto il territorio italiano, immancabile protagonista del cenone di Capodanno.